Le Parole d’Oro

Le Parole d’Oro

.
Segui il nostro consiglio lasciando l’auto a casa o il più LONTANO possibile dalla meta.
Se puoi vieni a piedi o in bici e porta con te un AMICO a 2 o 4 zampe.
Se proprio devi arrivare in auto puoi PARCHEGGIARE in qualsiasi luogo vicino all’Acquedotto del Nottolini, a monte dell’A11 ( uscendo a LUCCA sei più vicino), e iniziare il tuo viaggio verso l’area monumentale, paesaggistica e ambientale denominata “Alle Parole d’Oro”.
Se hai difficoltà a camminare puoi arrivare con l’auto direttamente sul posto inserendo sul navigatore la località “alle cave, via San Quirico, GUAMO , Capannori, Lucca, Toscana, Italia” GPRS….
Segui questa splendida costruzione architettonica che ha portato la prima acqua potabile nella meravigliosa città di Lucca.
Dall’epoca di Napoleone Bonaparte non è cambiato quasi niente.
L’ ACQUEDOTTO è in stile romanico perché i romani hanno inventato o perfezionato un modo ecologico e esteticamente gradevole di portare l’acqua dalle colline alle città.
L’ACQUA è cultura e salute e deve essere tutelata più di ogni altra risorsa.
A monte troverai un TEMPIETTO in stile dorico che ha funzione di bottaccio per raccogliere e decantare l’acqua prima di portarla pulita e salubre nella città.
Dal tempietto situato partiranno delle CONDOTTE interrate con molti chiusini di ispezione e altri tempietti più piccoli per sorvegliare sull’acqua.
Seguendo le condotte arriverai nella zona monumentale de LE PAROLE D’ORO un’oasi naturalistica con caratteristiche paesaggistiche di alto livello avvicinabili nella zona di Lucca soltanto dalle mura urbane.
Il nome “parole d’oro” deriva dalle lettere in ottone (di colore simile all’oro)che formano una scritta incisa sul PONTE principale.
Gli abitanti chiamarono appunto “parole d’oro” le iscrizioni in latino che spiegavano l’opera del NOTTOLINI.
Da questo ponte si può ammirare la Serra vespasiata, la CASCATA più importante, al cui interno si trovava un sistema di filtri naturali fatti di carbone e sabbia che avevano la funzione di depurare l’acqua.
L’acqua che si può ammirare, ovvero quella che scorre nel RUSCELLO Rio di Guamo, è solo una minima parte dell’acqua che potevamo vedere all’epoca del Nottolini.
Anticamente si potevano contare 11 FONTI ovvero 11 ruscelli che convogliavano nel ruscello principale e quindi nella cascata.
Non a caso sulle vecchie mappe catastali si parla di zona delle Fonti di San Pietro.
Oggi si possono soltanto vedere le costruzioni in pietra di Guamo che raccoglievano le acque di queste 11 fonti purtroppo esaurite.
Si tratta di canali lastricati e di piscine naturali sapientemente pavimentate. Procedendo verso il bosco si può ammirare un meraviglioso “serpente” di pietra, che incornicia il fiumiciattolo con tante cascate e percorsi, localizzato in una splendida piccola valle con prati e area relax che connettono con la natura e con gli elementi del luogo terra, pietra, legno, acqua e aria.
Terminate le cascate continuano dei percorsi, lastricati come Nobedan, che corrono a destra e a sinistra del piccolo fiume e portano fino sulla collina di VORNO nella pressi della località chiamata “Gallonzora”. Da qui potrai continuare nel bosco tra altre splendide località come “La Stanghetta”, “I Sette Venti”, “Santallago”.
.
.

Parole d’oro ha una pagina fan su Facebook

Seguila e condividila!!!

.
Se hai una foto, un video,una poesia, un disegno o semplicemente un tuo pensiero positivo che vuoi condividere sull’argomento “Parole d’Oro” invia un post alla nostra pagina.
Saranno gradite foto di INNAMORATI ( che si baciano castamente! ) e foto con i propri amici a 4 zampe perché le Parole d’oro sono il LUOGO dell’amore.
Amore per l’uomo, amore per la natura, amore per gli animali, amore per la famiglia, amore per l’acqua: AMORE in senso globale e planetario.
il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: