A Barga

A Barga

Sonetto a Barga

Barga vista da porta Macchiaia – china e acquerello

Domini tutto ‘r Creato!

Come sei bella, oh Barga

Dar Duomo giù alla Barca
Guardi in su’ ‘l monte Forato
La musi’a t’ha cantato
Da’ Pascoli al Castello
Che corman un mastello
Civile, equino et incantato.
Vien da torna’ bimbetti
A giro colle tu’ sorelle
Ne’ paesi e per e campi
Che, Dio ce ne scampi,
Devino resta’ propio quelle
Ne’ colorri sempre intatti.

Barga vista da Il Ciocco

.

Il Duomo di Barga al tramonto

Veduta di Barga

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: