Punti di vista…nei secoli

Punti di vista…nei secoli

A volte è veramente una impresa ardua riuscire ad immaginare una zona della città come sarebbe potuta apparire molti secoli fa.

Fortunatamente, in alcuni casi, sono arrivate fino a noi descrizioni urbanistiche dettagliate e, cosa ancor più rara, disegni esplicativi assolutamente sorprendenti.

Le due immagini, a distanza di circa 1300 anni l’una dall’altra e quasi con uguale angolazione visiva, rappresentano la stessa zona di Lucca.

Il nostro Duomo, risalente al VI secolo, come spiegato in un mio precedente post, era composto da due edifici affiancati, ambedue a tre navate e con le porte di accesso corrispondenti alle due laterali dell’attuale Cattedrale.

L’edificio di sinistra era riservato ai riti religiosi e l’altro per l’insegnamento della Dottrina. Circa due secoli dopo la sua costruzione, esisteva sicuramente un particolare collegamento ad altre quattro chiese composto da un lungo camminamento, una loggia completamente coperta chiamata “porticalia” costruita anche per facilitare e proteggere dalla pioggia sacerdoti e fedeli durante gli spostamenti tra questi edifici religiosi.

1) Chiesa di Santa Maria al Presepe, scomparsa ed inglobata nel transetto di sinistra del Duomo;

2) Chiesa Domini et Salvatoris in Mustolio, scomparsa ma all’epoca posizionata nell’area immediatamente di fronte all’attuale Palazzo Micheletti, fu sede intermedia del posizionamento del Volto Santo prima della definitiva traslazione in Cattedrale;

3) Chiesa dei Santi Giovanni e Reparata, prima sede dei Vescovi della Diocesi e attualmente esistente;

4) Chiesa di San Pietro in Vincoli, successivamente della Maddalena, oggi sconsacrata e di proprietà del Banco del Monte.

di Enzo46

 

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: