Mura “bastevolmente resistenti”

Mura “bastevolmente resistenti”

.

.

Il tratto nord delle nostre mura rinascimentali, quello che dal baluardo Santa Croce, superando la piattaforma di San Frediano, arriva quasi a Porta Santa Maria, non è stato costruito ex-novo.

.

Per questa zona, con alcune modifiche, furono riutilizzate le più antiche mura medievali che erano composte da un nucleo di pietrame annegato nella malta, rivestite all’esterno da uno strato di blocchi in pietra attentamente squadrati e, all’interno della città, terminavano con un più economico muro di mattoni.

.

Pur essendo spesse circa 2,5 metri non erano state certamente progettate per sostenere la potente spinta orizzontale provocata dal terrapieno di riempimento cinquecentesco.

.

Infatti, pochi anni dopo la conclusione della cerchia rinascimentale, nel marzo del 1654, un lungo tratto di questa cortina e soprastante parapetto rovinarono nel fossato!

.

Il lavoro di ripristino è ben visibile, nella foto allegata, scattata fuori dalla sortita di San Frediano, anche perché, la parte ricostruita (sopra la linea gialla), ha due caratteristiche diverse dalla originale struttura medievale la quale, dall’esterno, appare tutta in pietra.

.

La parte più alta è stata completata con l’utilizzo di mattoni al posto delle pietre e, alla giusta altezza, inserito il classico cordone in pietra che è invece assente nei tratti di mura non soggetti al crollo.

.

I lavori, sempre ben controllati dal ‘”Offizio di fortificazione”, furono eseguiti con calma ed oculatezza (economica) fino a quando, l’opera e tutti i rinforzi, vennero ritenuti “bastantemente resistenti”.

.

di Enzo46

.

.

 

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: