Lucca per strada: via della Fratta

Lucca per strada: via della Fratta

.

.

.

Per spiegare da dove possa essere scaturito questo nome si deve tornare indietro nel tempo di un migliaio di anni.

Adesso, anche se non è semplice, facendo ricorso alla nostra immaginazione, cerchiamo di “vedere” questa zona come doveva apparire, agli occhi di un viandante, qualche secolo prima della costruzione delle mura medievali.

Lucca era ancora racchiusa nella cinta muraria Romana, dai quattro lati della quale, uscivano quattro strade, praticamente circondate dal nulla.

Nell’immagine, con una linea di colore nero, è evidenziato un tratto del percorso delle antichissime mura e, proprio nella zona nord-est, a non molta distanza dallo spigolo che era presente tra l’attuale via dell’Angelo Custode e Via Mordini (Via Nuova), il terreno non era certamente paragonabile ad un prato all’inglese.

Oltre che essere molto scosceso, era presente una boscaglia abbandonata a se stessa, perché non si deve dimenticare il fatto che il nostro fiume scorreva, libero da argini, a pochi metri di distanza.

Quindi, in conclusione, il termine “fratta” è il participio passato latino di “frangere”, cioè rotto, spezzato da cui deriva “fracta” che, nel nostro caso significa macchia, boscaglia o comunque un luogo coperto da rovi e da altri arbusti come quelli che, molto spesso, si trovano nelle immediate vicinanze di un corso d’acqua.

Tra l’altro, un’area adiacente, ancora nel medioevo, veniva identificata come “in Lischia”, cioè un bosco di faggi…

.

di Enzo Puccinelli

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: