Un dispetto a Lucca

Un dispetto a Lucca

Oh Lucca hai inteso

che ti vo’ fa ‘n dispetto?

Alla moda der Linchetto

Staman vest’ è lo spregio:

‘Nvecie der tu’ vino

La biadina e der corètto

M’ingollo un bel prosecco

giù affettat’ e peorino.

Lo só ch’ ‘un è l’istesso…

Faró com’ i turisti pellegrini

Che vedan Pis’e Lucca ‘nsieme.

Ce l’hó con chi n’ha permesso;

“Ir mangià male è da cretini

Chi l’ha ‘n culo se lo tiene”.

.

.

.

Muovendomi per Lucca e lavorando soprattutto con i bar ed i locali, capita di percepire un’insoddisfazione dei gestori che lamentano non la mancanza di lavoro, grazie a Dio a Lucca i turisti non mancano…, ma il fatto che il “mangià lucchese” e il “beve’ lucchese” sia poco ricercato, apprezzato e promosso.

Un turismo “mordi e fuggi” fatto di comitive di pellegrini pretende di visitare Pisa e Lucca in mezza giornta dopo che hanno passato il mattino a Firenze.

Per carità Firenze e Pisa sono due splendide città, ma credo che Lucca meriti qualche ora in più per essere capita.

E un modo di comprendere questa nostra città, la cultura e le eccellenze lucchesi è probabilmente anche gustarne i prodotti tipici…

.

Un dispetto a Lucca ( versione italiano )

.

Hai capito, oh Lucca, 

che ti sto facendo un dispetto

come è solito fare il Linchetto ( 1 )? 

Ora ti spiego quale è il mio spregio:

.

Piuttosto che bere

il vino lucchese, la biadina ( 2 )

o il caffè corretto ( con liquori locali )

Mi sto tracannando un prosecco ( di altre terre ) e eccedendo di salumi e pecorino ( non lucchesi ).

So bene che

( per un lucchese,  in una piazza di Lucca ) 

non è per nulla la stessa cosa 

( che mangiare e bere “tipico” )

ma

( per una volta)

voglio comportarmi 

come quei viaggiatori improvvisati 

i quali pretendono, in un pomeriggio, 

di vedere Lucca e PIsa assieme!

La colpa è di coloro che consentono 

una simile bestialità:

( il cibo è cultura )

il non mangiar bene è da stupidi.

Chi è cagione dei propri mali

poi non venga a lamentarsene!

Note:

( 1 ) Il Linchetto è un essere fantastico e leggendario. Una specie di elfo autore di molti dispetti agli umani, ai loro animali ed alle loro cose.

( 2 ) la biadina è un liquore amaro tipico lucchese, inventato dal bottegaio Tista, che si compone di china e altri liquori e viene servito affogandovi dentro un cucchiaino di pinoli.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: