“Si va ‘n città” – si dice!

“Si va ‘n città” – si dice!

.

.

Ho sentuto

mentovà:

“Via si va

in centro?”

Oh Lucca,

ma io

ti di’o

” ‘n città” !

.

Che “ar centro”

ci sei sì

ma delle mi’ mattie!

Al limite, nossie

potrebbin dì-

tti : “Lucca drento”!

Generazione dopo generazione si ripete il rito degli abitanti di Lucca-fòra, cioè i lucchesi che risiedono fuori dalla cerchia muraria, i quali si recano all’interno del centro storico per una passeggiata o per fare qualche acquisto…

Da che mondo è mondo e , contrariamente a quanto avviene negli altri capoluoghi, a Lucca non si dice ” Vado in centro” ma semplicemente ” Vado in città!”

Quanto alle “mattie” queste non sono le pazzie oppure i gesti scellerati ma piuttosto il giocare ingenuo e spensierato dei bambini.

Una distinzione antica e moderna quella tra la Lucca-drento, luogo signorile fulcro di ogni attività amministrativa e decisionale e Lucca-fòra, la campagna, quella che fino a qualche decennio fa arrivava a lambire la cerchia muraria.

Sembra incredibile, esplorando le foto di inizio secolo scorso, come i campi arrivassero a toccare Lucca ed alcuni paesi come Sant’Anna o San Concordio, fossero ancora rurali e poco densi di case, attività e abitanti.

 

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: