Patate e maron

Patate e maron

.

.

Il Maron(e) (Marrone) è un Sappon/uno Zappone, una grossa zappa.

Veniva usato in campagna soprattutto per scavare le patate.

E ci hanno tramandato il nome.

Un legame importante univa le due cose, anche se il Maron si può utilizzare anche nella rincalzatura (=aggiungere terreno alla coltura, es. fagioli).

.

Chi ce l’ha, lo usa ancora.

Io alzo la mano: “Presente!”.

E si vede dalla parte ferrosa che non ha ruggine. Con un po’ di pratica, il numero di tuberi…. affettati si sposta di poco dallo zero. Stamani, 2 piante e zero… feriti.

.

.
L’alternativa al marone è la vanga, ma con molta più fatica e affettature. Altrimenti, con mezzi meccanici e lì volano i tagli…. Stiamo pur sempre parlando di orti artigianali.

.
In questo periodo si iniziano a raccogliere le patate delle piante che stanno seccando.

.

.
I passi son questi.

.
– Sverge (= tirare su’) le piante dal terreno;
– Affondare il marone nel terreno libero, a lato, facendo leva verso l’alto, raccogliendo i tuberi che via via vengono dissotterrati;
– Lasciarli asciugare sulla terra qualche ora e poi metterli in un posto fresco per la conservazione, in cassetta. In questo caso però, ho lavato i tuberi e passato subito alle abili mani per il pranzo.

.

.
E qui già siamo alla parte finale. Ma come è venuto fuori il… patateto, è una storia iniziata a marzo….
In foto: patate varietà Desiree (rossa) e Spunta (gialla). Solo questi tipi ho trovato all’acquisto del prodotto.

.

di Giuseppe Pardi

.

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: