Il Campo ( santo ) Mondone

Il Campo ( santo ) Mondone

.

.

L’Orto Botanico, il giardino più bello e affascinante interno alle mura, nasconde qualcosa di macabro sullo stile di “Poltergeist”, il famoso film di Spielberg.

.

Due ettari di terra dove, nella storia di Lucca, nessuno ha mai voluto né provato a costruire alcun tipo di edificio e quindi cerchiamo adesso di capire quali motivazioni possano aver spinto la cittadinanza ad evitare così accuratamente quel luogo.

.

Fino alla decisione del 1774 di concentrare le sepolture nel cimitero comunale di Sant’Anna, i defunti venivano sepolti in aree nei pressi di chiese, conventi, ospedali e monasteri con attenzione nel disporre il corpo del cristiano con la testa ad ovest, leggermente rialzata, in quanto il defunto doveva guardare verso est, verso Gerusalemme, verso Gesù.

.

A Lucca, come luogo di sepoltura per gli eretici, miscredenti, peccatori impenitenti, interdetti e scomunicati, per secoli è stata utilizzata un’area, chiamata Campo Mondone, che corrisponde esattamente all’attuale Orto Botanico.

.

Per la mentalità del tempo un posto del genere era certamente l’esatto contrario di un luogo sacro, cioè veniva ritenuto un luogo maledetto da Dio, un luogo demoniaco dove regna Satana, quindi difficile pensare di volerci abitare sopra.

.

Queste considerazioni sono anche una spiegazione plausibile del perché una leggenda lucchese racconti che un carro infuocato, con a bordo il Diavolo e Lucida Mansi, sia scomparso gettandosi proprio nel laghetto di questo giardino.

.

Molto probabilmente quel luogo, nell’immaginario collettivo, era visto come la porta degli inferi.

.

Finalmente, nel 1820, Maria Luisa di Borbone volle riqualificare tutta quest’area, tra l’altro utilizzata per il gioco del calcio e, guardando oggi il risultato, sembra proprio che la Duchessa ci sia riuscita benissimo.

.

di Enzo Puccinelli

.

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: