Amata terra mia

Amata terra mia

.

.

Amata terra mia

.

San Frediano nella festività di Santa Zita ( G.B. )

.

 

.

Monti colmi di neve,
su cui riflette la luce del sole,
su cui pascola indisturbato il cinghiale
fra castagni e pini.

.
Rivoli d’acqua purissima
il cui canto, col canto degli uccelli,
nel muto silenzio intorno si spande.

.
Monti Garfagnini, monti Toscani,
monti dell’amata terra mia.

.
Colli verso valle dolcemente digradanti
punteggiati da rovine di dimore antiche
di fienili e di piane abbelliti,
dominio incontrastato degli olivi e delle viti.

.
Colli di Montecarlo, colli del Compitese e di Forci,
colli dell’amata terra mia.

.
E le valli piccole e grandi
con i fiumi capricciosi ed irruenti,
dove la natura cambia colore ad ogni voltare di capo,
dal biondo del maturo grano, al rosso pomodoro,
dal bianco cavolfiore, al verde del fagiolo.

.
Terra di Toscana, terra generosa,
amata terra mia.

.
C’e una valle tra le valli
dove tra i verdi campi e i pioppi bianchi
una città si staglia davanti agli occhi
con cento torri che s’ergono ai cieli
mostrando guelfi e ghibellini becchi.

.
Una città con anguste e serpeggianti strade
che conducono a pittoresche piazze assolate,
col rosso mattone di mura antiche,
coi tetti frastagliati di case grigie,
dal dolce sapore d’antico.

.
Lucca austera,
Lucca amata,
Lucca mia.

.

Corso Garibaldi già via del Fosso coperto alla fioritura delle magnolie ( G.B. )

.

 

Poesia e immagini di Giacomo Bini

.

Piazza San Michele ( G.B. )

.

Un dipinto a terra in piazza Napoleone detta “piazza Grande” ( G.B )

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: