Il tesoro di San Pietro Somaldi

Il tesoro di San Pietro Somaldi

.

.

Una tra le più antiche chiese di Lucca è certamente San Pietro Somaldi la cui origine risale all’anno 763 come testimoniato da una pergamena longobarda.

.

Il nome Somaldi è una italianizzazione probabilmente ricavata dal nome longobardo Somualdo che è ritenuto essere il fondatore della primitiva chiesa.

.

Alcuni particolari curiosi e poco conosciuti riguardano sia l’edificio religioso che la stessa piazza.

.

Per esempio il campanile, a parte l’orologio oggi scomparso, è stato elevato sopra un grande arco che, nell’antichità, era aperto e sotto di esso passava una stradina, un vicolo che attraverso il chiostro del convento sfociava poi in via Santa Gemma.

.

.

Un altro curioso dettaglio riguarda uno strano “mistero” presente sulla facciata della chiesa.

.

Nello spigolo destro, a circa metà altezza (come indicato nell’immagine), compare una piccola e sconosciuta scultura di un viso umano.

.

Antichi racconti lucchesi sostengono che, identificando con certezza il punto esatto della piazza dove è diretto lo sguardo di quel viso, si avrebbe l’opportunità, scavando, di trovare un tesoro nascosto!

.

In ultimo anche la piazza aveva una particolarità molto gradita alla cittadinanza in quanto, per molti anni, periodicamente vi si svolgeva un mercato dedicato esclusivamente alla compra vendita di animali ed in particolare di asini e muli…

.

di Enzo Puccinelli

.

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: