Baluardi d’arte

Baluardi d’arte

.

.

Molti architetti, con il loro ingegno, hanno contribuito a far si che i nostri baluardi rinascimentali non fossero solo strumenti militari ma vere e proprie opere d’arte.

.

Prendiamo come esempio San Colombano e, in particolare, osserviamo il suo interno.

.

Una intricata serie di cunicoli e locali ognuno dei quali con una specifica funzione dove niente era demandato all’improvvisazione o all’attuale pressapochismo.

.

Ogni superficie era pensata, progettata e realizzata per un preciso scopo ed ogni ambiente aveva un suo nome.

.

In giallo sono evidenziate le “gallerie” interne con quella di accesso centrale.

.

In verde i locali denominati “sale d’armi”, una delle quali sotto l’antico torrione e visibile, dall’alto, attraverso una zona in cristallo del pavimento del ristorante caffetteria.

.

Con il colore celeste le grandi “aree di manovra” e poi, accanto alle “sortite” colorate di fucsia, con il colore rosso sono indicate le quattro “troniere” dove erano posizionati i cannoni lucchesi.

.

In ultimo, in questo baluardo, esistono ancora parti ben visibili sia delle precedenti mura medievali che di quelle romane inglobate nelle attuali strutture rinascimentali…

.

di Enzo Puccinelli

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: