Par condicio tra bianchi e neri

Par condicio tra bianchi e neri

.

.

.

Intorno all’anno 839, una primitiva chiesa degli apostoli San Simone e Giuda fu costruita nella parte nord orientale della città a ridosso delle mura romane.

Completamente ristrutturata nel XIII secolo ha il fronte in via Guinigi e proprio quanto visibile sulla facciata potrebbe far pensare ad un primo esempio di “par conditio”.

Dopo le dispute tra guelfi e ghibellini, a Lucca prevalsero i primi ma, anche loro, arrivarono ad una scissione in due fazioni: bianchi e neri.

Chi progettò gli ingressi di questa chiesa non desiderava inimicarsi nessuna delle due parti e quindi, come si può ben vedere, escogitò una soluzione che avrebbe dovuto accontentare tutti.

L’entrata di sinistra fu eseguita con stipiti di colorazione scura e quindi riservata ai guelfi neri mentre, quella di destra, aveva stipiti chiari ad indicare l’accesso per guelfi bianchi.

E il portone centrale?

Niente di più semplice: a sinistra lo stipite è scuro e a destra chiaro! Parità assoluta….

.

di Enzo Puccinelli

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: