Lucca nel 1200

Lucca nel 1200

.

.

.

L’immagine allegata al post è tratta da un grande disegno contenuto nel libro di Giuseppe Matraia dal titolo “Lucca nel 1200” e che, come si vede, riporta una planimetria della città come sarebbe apparsa in quegli anni, limitando alle sole chiese quanto presente appena fuori le mura romane.

Alcune zone sono colorate per facilitare il più possibile l’identificazione dei luoghi che, spesso, erano molto, molto diversi da quanto appaiono oggi.

Iniziando dall’alto si può vedere la basilica di San Frediano (colore arancione) orientata dal lato opposto a quello attuale.

Continuando sul lato destro, subito fuori le mura, c’è Santa Maria “Forisportam” (colore fucsia) e in basso il Duomo di San Martino (colore verde) senza piazzali e circondato da edifici.

L’attuale Piazza Grande (colore giallo), inesistente e totalmente occupata da fabbricati, confina con una vasta zona indicata con la lettera “A“ e riservata alla fortezza di Castruccio Castracani, denominata l’Agusta, al cui all’interno sono disegnate solo alcune chiese tra le quali quella di San Romano (colore viola chiaro).

Nel centro si osserva la zona di Piazza Bernardini (colore celeste), piazza al tempo inesistente, e la chiesa di San Michele (colore viola scuro) con un grande fabbricato adiacente al campanile.

Il lavoro del Matraia non si è limitato alla planimetria, ma si è spinto fino a identificare i proprietari dei diversi fabbricati, delle numerose torri, i nomi delle vie, dei tanti luoghi e molte altre informazioni.

Chi ama Lucca dovrebbe averlo nella sua biblioteca…

.

di Enzo Puccinelli

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: