poesia Tag

. Chissà quanti amori sono nati sulle mura di Lucca o sono stati vissuti all’ombra dei suoi alberi e sull’erba dei baluardi. Molti di questi amori potrebbero essere terminati un giorno lasciando quella tristezza e malinconia che solo le grandi storie possono scaturire. Da che mondo è mondo...

. . Oggi è il 16 Febbraio ed in questo giorno, a Bologna, nel 1907, moriva il grande poeta Giosuè Carducci. . Nacque nel 1835 a Valdicastello, una frazione di Pietrasanta (LU), in Toscana, e fu anche scrittore, critico letterario ed accademico. . Nel 1839 trasferitosi a Bolgheri, e talmente in...

. . Amata terra mia . [caption id="attachment_4144" align="aligncenter" width="285"] San Frediano nella festività di Santa Zita ( G.B. )[/caption] .   . Monti colmi di neve, su cui riflette la luce del sole, su cui pascola indisturbato il cinghiale fra castagni e pini. . Rivoli d'acqua purissima il cui canto, col canto degli uccelli, nel muto silenzio intorno si...

. . Il mare! Com'era "il mare" per noi bamborini? Sveglia presto, diciamo alle sette. Colazione veloce e, sempre impastati dal sonno, a piedi o in bicicletta, tutti alla stazione di Nozzano. . [caption id="attachment_3724" align="aligncenter" width="300"] La stazione ferroviaria di Nozzano[/caption] . La bici si affidava alla Signora Gina che la custodiva fino...

. Il primo olio . . Primo sole Il du’febbraio sopra Cómpito. Ancòra pizziorina pare scardi, l’aria, ‘nvecie frega . . A spogliassi, vando lavori o che intremoti, c’è da fa ammodo  a ‘n piglià, sì, ‘na maremmana. . Mi par ieri, per le bragne, ruscolavi l’ulive ‘mbacuccato ne’cortroni più che le rete avvortolate vand’en lève. . ‘un c’era da scardassi neanco a scòte e bigongi a carià; però erin tante e tanto han...

- - Respiro di Lucca. - Ti bacio il tuo didietro, mia Pantera come chi di fora vien, il dire usa, in questa sera quasi Primavera, murata, turrita, superba Musa! - La cena Ganza tanto chiacchierata, con vari amici in una bella stanza. Allegria, colori, grande pappata e zitti solo nel riempì la panza. - A passo lento, ripercorro...

Questo “sonetto alla méglio” ( sonetto è sonetto -garantisco- perché ABBA CDDC EFG EFG anche se la metrica e il linguaggio sono “come mèglio viene” ) rientra in una serie di componimento “volgari” ( popolari e non colti ) fatti con l’uccello sui temi e...

. . Ecco, “ Vola’” si deve  per intende’ l’òmo un popo’ ‘r mondo, e vesta vita brève. . Di Fa come l’uccelli che c’han la su’visione e forèsti, no ‘n prigione,  lustri stanno e firugelli...