belinda marcucci Tag

. . . Questa importante arteria cittadina, in origine costituiva parte del fossato che proteggeva la seconda cinta di mura e che, al tempo stesso, riforniva di forza motrice gli opifici per la lavorazione della seta che vi si affacciavano. Intorno alla fine del 1700, si palesò l’idea di...

. . .   Oggi è il turno della corte che un tempo prendeva il nome di “Piazza alla Posta”, per il fatto di essere adibita a “terminal” dei cavalli: qui, infatti, partivano ed arrivavano le carrozze a cavalli del servizio postale, mentre gli uffici occupavano i locali posti...

. . . Nonostante oggigiorno risulti abbastanza rimaneggiato da massicci restauri, in questo vicolo con annessa corticella si trova l’edificio che ospitò la sede lucchese della Magione dei “Cavalieri dell’Altopascio”, più conosciuti come “Cavalieri del Tau”. L’ordine ospedaliero, a carattere religioso-militare, fu fondato da 12 cittadini lucchesi nel secolo...

. . . Avreste mai pensato che in una città così benpensante e “timorata di Dio” come Lucca, in passato ci fosse una… stufa??? Beh, a dirla così non sembrerebbe esserci niente di strano, se non fosse però che con questo termine si intendeva qualcosa di ben diverso! Anche nella...

. . . Questa via prende il nome dal distrutto “Oratorio della Madonna dei Miracoli”, detta poi “del Gonfalone” a seguito dell’istituzione della Confraternita di Santa Maria del Gonfalone presso la vicina Chiesa di San Leonardo in Borghi (quella a noi più nota come "della Nostra Signora"). Successivamente, in...

  La piazza prende nome dall’omonima Chiesa, conosciuta anche come Santa Maria Bianca per la presenza di una candida statua della Vergine posta sull’altare maggiore, distinguendola così da "Santa Maria Nera", come è per lo più nota la Chiesa di Santa Maria Corteorlandini, al cui interno...

. . . Dalla maggior parte dei Lucchesi chiamata “Via dei Borghi”, effettivamente questa strada fu una delle tre “rughe" (o “rue”, antico nome di strade nell’abitato) dei borghi, il quartiere densamente abitato sorto a ridosso del tratto settentrionale della cinta muraria medievale. Michele Rosi, insigne storico e docente,...

. . . Contrariamente a quanto si potrebbe pensare (e tutto sommato non a torto, in considerazione del suo aspetto), Via Fillungo non è da intendersi come “fil lungo”, sebbene in alcuni documenti appaia con questo nome. In realtà, la sua denominazione deriva dal Castello di Fillongo in...

. . . Nell’area anticamente occupata dal Palazzo del Governo degli Anziani (e che oggi ospita il maestoso Palazzo Ducale in Piazza Napoleone), si trovava un deposito di munizioni a servizio delle due caserme vicine: una situata lungo la via da cui prende il nome (Via della Caserma,...

. . Questo vicolo (oggi non propriamente dall’aspetto molto curato, ahimè) prende il nome da un caffè che qui aveva l’uscita posteriore, mentre il suo ingresso principale era in Via Fillungo: il “Caffè Buongusto”, appunto. Questo bel locale, insieme ad altri sorti anch’essi nei primi anni dell’800, contribuiva...