Il fagiolo malato

Il fagiolo malato

L’antica bottega di Prospero

Ancho il malato fagiolino

Da Ginese, ha un Cómpito:

Torna’ Prospero e servito 

In bottega drento a ‘n tino.

Sarà l’aria e l’ammosfera

Il caldo de’ ballini o ‘l vino,

Il medioevo d’òra e lo zolfino

O forse i muri e la stadera…

Ripiglia gallo di volata

Ni par guasi millanni 

A córe fòri forza-tutta

Fa’ una china e briscolata

Vando invece,”barbagianni”,

Va coll’olio nell’ansuppa.

 

Alcune varietà di fagiolo tipiche della lucchesia

L’ansuppa o anzuppa lucchese ovvero la zuppa alla frantoiana perché guarnita con olio a crudo, ottimo quello del Compitese

Nota: fagiolo malato e fagiolo zolfino sono due varietà di fagiolo tipiche lucchesi che devono il nome al proprio aspetto e colore;

il primo di colorito spento e giallognolo come i malati appunto, il secondo del color dello zolfo.

San Ginese, nelle vicinanze di Compito, il Compitese molto rinomato per la produzione dell’olio d’oliva, era un’area in cui si coltivavano molte varietà di fagioli tra cui il cannellino.

 Un avo del Marcucci

Il Marcucci della Bottega di Prospero attiva dal 1790 realizzata nei locali di una Bottega laboratorio ancor più antica forse adibita alla seta.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: