Una Partaccia dietro vell’altra

Una Partaccia dietro vell’altra

.

.

.

Digià che è diffioltoso movisi che c’è la Giusta che ti ferma ogniduepertre po’ nelle ditte ‘un si sa più come comportassi che per légge i cartelli sull’usci e sulle lindiere ci vol mezz’òra… 

Allòra, siccome staman ero a MassacaRara per lavorà, m’è toccato di fammi mangiàericaà qualche volta perché o ‘un m’ero fatto mesurà la febbre o ‘un m’ero sciacquato d’amuchina o ‘un m’ero registrato sul registro de’ Covidde…

A ‘na c’ert’òra, siccome ‘un campo d’aria e neanco d’amore e neanco faccio come l’uccellini che mangino sortanto una briciolina di pane ( ma fischino tanto … ) mi son fermato a ‘na bottega alla Partaccia per fammi fa’ ‘n panino.

Entro “Buongiorno” e ‘un mi caan neanche. Chiedo ‘na fogaccia ripiena e mi risponde leqqui ‘n popò acetosella ( doveva avè il congiunto fòri provincia o le su’ose -per traverso-) e fa:

“Come la voresti?”

Mah, premesso che ‘un mi garba fa polemie, però premesso che la vórei subito, premesso che la vórei per mangià no da fotografà o ‘n cartolina, n’hó domandato:

“Che c’avete di bòno?”

“Quel che vedi è tutto lì, nel banco, ‘un chiede altro che tanto ‘un s’ha!”

“Io lai, s’ha a andà bene” penso io… po’ n’ammicco col dito drento al vetro e di’o:

“Me la facci col salame, per piacere “ ( che ‘un guasta mai chiede per favore )

Mi rispònde lé, tutta risentita e fa:

“Òra ‘n cominciamo eh! Questa vì ‘un è salame…è mortatella!”

Io pensavo volesse ruzzà, ni di’o:

“Quello lì, accanto al presciutto, tra la soppressata e ‘l peorino…”

“Questa vì è mortatella massese! Si chiama mortatella… va bene?!?”

“Insomma me la facci con quella lì” taglio corto io.

Piglio, pago e vengo via.

.

Io lai! N’hai fatto ‘na partaccia che ci stava ritta ‘na vanga!”

.

Mi fermo a mangià canto la machina t’arivin i vigili.

“Che ci fa vi?”

“Mangiavo”

“‘Un ci si pòle sta”

“Ma c’en tutti perché io no? Che sono figliolo della lupa?!”

“Ci pole sta ma senza mangià!”

Insomma, lo vòi sapé?”

M’è toccato mangià in machina.

Mi sembra a me che qui a Massa sian tutti polemici…dicano che va bene ma che siam rovinati, i pini en tutti di sghimbescio, anco il piscialletto (tarassacoi) mi sembra a me che sia meno giallo piscio che da noi

de Il Lustro

 

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: