Lucca sul terrazzo

Lucca sul terrazzo

.

.

.

Nella parte sinistra dell’immagine, ripresa all’angolo tra via Fillungo e via Buia, è visibile quello che resta di una delle tante e antiche torri gentilizie lucchesi.

Sulla facciata sono conservate, sporgenti e ben distinguibili, alcune mensole sagomate in pietra, una delle quali evidenziata all’interno del cerchio di colore rosso.

Queste strutture, vedi la parte destra dell’immagine, servivano come appoggio per grossi puntoni in legno necessari a sorreggere una balconata la quale, nei tempi antichi, aveva una funzione “difensiva” per proteggersi da eventuali scalate nemiche alla torre.

I cittadini di Lucca presero spunto da queste soluzioni per risolvere il grave problema della mancanza di spazio nelle loro minuscole abitazioni e, rapidamente, in più parti della città, cominciarono ad apparire balconi, terrazze e ballatoi di ogni tipo.

Queste “aggiunte”, tutte costruite in legno, oltre ad avere problemi di staticità, in alcuni casi sporgevano un po’ troppo nelle strette vie quindi, se il dirimpettaio avesse realizzato un simile balcone, i passanti rischiavano di non vedere più il cielo.

Per evitare questa situazione venne stabilito che i ballatoi non avrebbero potuto sporgere per più di un quarto della larghezza della strada.

Quindi, per esempio, in una strada larga quattro metri ci si poteva sporgere di un solo metro affinché, la presenza di un simile terrazzo dall’altra parte della strada, avrebbe comunque lasciato libero uno spazio di due metri. …”e quindi uscimmo a riveder le stelle”.

.

di Enzo Puccinelli

 

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: