PAROLE d’ORO

. . Un po’ come fanno i merli che, ogni giorno, si avvicinano sempre più alla civiltà senza mai bramar la cattività o il viver domestico , così, le Fate, sono uscite dai boschi di querce per sfiorare gli umani nelle loro dimore, le più incantate e soavi. . . Alcuni di questi piccoli esseri-donna provvedono alla luce, altri scorrono le...

. . Anche vesto Sammer Festival è finito, e piazza Grande ri è di già tutta libera. En venuti i cantanti a sonà e a cantà, e han fatto festa per tutto luglio. ‘Nsovanta gente a fà le file, bamboretti, ragazzotti, donne co’ figlioli, omini, gente di ogni età...

. Découverte / La scoperta  . . Lo “scoprire” significò sconcerto e dolore assieme. . Fu conferma al sospetto , alla vita, all’attesa, al pensiero. . Dunque rinacqui  d’un generarmi strano e nuovo; . nulla, tornò mai,  lo stesso ad esser se non l’uovo. . . de Il Lustro . ...

. . Amata terra mia . [caption id="attachment_4144" align="aligncenter" width="285"] San Frediano nella festività di Santa Zita ( G.B. )[/caption] .   . Monti colmi di neve, su cui riflette la luce del sole, su cui pascola indisturbato il cinghiale fra castagni e pini. . Rivoli d'acqua purissima il cui canto, col canto degli uccelli, nel muto silenzio intorno si...

. . Esistono luoghi nei Paesi della mia Città dove si ritrovano i Vecchi d’innanzi a dimore antiche e bellissime in grandi giardini ombrosi imbevuti di storia. . Si siedono sul legno di panchine vetuste ritrovano i compagni della gioventù. Parlano tra loro di vicende trascorse mentre guardano col disincanto delle loro innumerevoli primavere le donne con le...

. . Un presepin tutto di case Fatt’a pietra, Lì ‘nchiodate  -in sulla pietra ‘n cim’ a ‘n monte- in meśzo a monti: bell’e vista Gombitelli. . Più ‘nsù di tutti  istà la chiesa po’, dar viottolin di canto ‘r poggio, iscendi; anco le vie han tutte nòmi semprici a mentovà ‘mestieri insennò i pposti. . Poghe la bitaśzioni le poghe gente s’enno via via disperśe con la...

. . Trassilico è un piccolo e antico borgo sulle colline di Gallicano sopra Verni. Come tanti piccoli paesi della nostra montagna sta subendo un progressivo spopolamento ed abbandono. I tempi cambiano e, se prima la montagna era una risorsa, oggi, vivendo in funzione del lavoro e della “comodità”,...

. . Il mare! Com'era "il mare" per noi bamborini? Sveglia presto, diciamo alle sette. Colazione veloce e, sempre impastati dal sonno, a piedi o in bicicletta, tutti alla stazione di Nozzano. . [caption id="attachment_3724" align="aligncenter" width="300"] La stazione ferroviaria di Nozzano[/caption] . La bici si affidava alla Signora Gina che la custodiva fino...

. . Ho sentuto mentovà: "Via si va in centro?" Oh Lucca, ma io ti di'o " 'n città" ! . Che "ar centro" ci sei sì ma delle mi' mattie! Al limite, nossie potrebbin dì- tti : "Lucca drento"! - Generazione dopo generazione si ripete il rito degli abitanti di Lucca-fòra, cioè i lucchesi che risiedono fuori dalla cerchia muraria, i quali...