Penne ar sugo

Penne ar sugo

.

.

Siccome, óggi,  la mi’ figliola aveva voglia di ruśza e di tutto ver che c’era in casa,  nulla indava bene per mangià, alla fine n’hó detto:

.

“ Via, òra po’ n’hó i coglionfani pieni, giù, dillo te ver che vòi mangià!”

.

“ Vai al super e prendimi il Saichebon!”

.

“ Eeeh?!? Ir sarciccion???”

.

“ Noeeee! Il saikebbon ! “

.

“ Ir bombolon? Indove da Piero sur Giannotti ?!”

.

“Nooo! Ma coooome…non lo sai ch’è il Saikebon?”

.

“Noddavero che ‘un lo só”

.

“Ir saikebon o saichebon sono tipo spaghetti, tipo cinesi o tipo giapponesi con la carne tipo liofilizzata, ci metti tipo l’acqua bollente tipo nel barattolo e dopo lo puoi mangiare.”

.

“Tipo che doppo la metti sotto le ganasce?”

.

.

“Ehi”

.

Piglio ir diśzionario de’ Quindici per vede’ “liofiliśzato” ver che vuoleva dì e mi s’apre un mondo, un popo’ asciutto e stopposo, ma sempre ‘n mondo.

.

Però pe’ rispondini alla mi’ figliola:

.

“Guarda, c’avréi ir dado, se vòi du’ capellini d’angelo in brodo te li faró… ma ‘un potevi mangia’ come noi?”

.

Macché .

.

Parto-piglio-pago-torno.

.

.

Ni faccio,  le’ tutta ‘ontenta, io anco perché arméno ir su’ fratello mangiava come me’, sennò in tre, tre mangiari diferendi, potevo da’ anche di matto  …. e via.

.

Ariva a mangianne meśza e la vedo rallentà; 

.

e sì che l’odorino ‘un era male… 

.

ir problema era che li spaghetti sotto s’erin appicciati che li potevi sbatacchià ner muro.

.

Tutto un pastón di colla come a

mette a còce la semola!!!

.

Penso trammè-emmè 

“uno, due, tre…”

.

“Pappaaaaaaaà…”

.

“Oh”

.

“Me le dai anche a me le penne al ragù?”

.

“Ehò! Che dici te, te le darò?!?”

.

                         Finale

.

Sai che c’è….la prossima volta….

POGHE-SEGHE e PENNE-AR-SUGO !!!

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: