Lucca per strada: via del Moro

Lucca per strada: via del Moro

.

.

.

Già prima del 1200 questa zona era conosciuta dai Lucchesi come “Alla Taberna maggiore”.

Le “Taberne”, ovvero taverne, erano ambienti spesso composti da una sola grande stanza con soffitto a “botte”, paragonabili alle nostre locande, cioè una specie di “trattorie” specializzate nella vendita e consumazione di pasti e, principalmente, di vino.

La qualità, ovviamente, dipendeva in larga misura dalla disponibilità economica del cliente.

Il locale di cui parliamo, a differenza di altre “Taberne” Lucchesi, doveva essere importante, molto frequentato e conosciuto anche perché, centinaia di anni più tardi, nel XV secolo, si trova ricordato in un contratto di vendita di un appartamento che viene descritto come situato in “via della Taverna Maggiore”.

In seguito, il popolo Lucchese cominciò a chiamare il locale, che forse si era spostato di qualche metro, come “La locanda del Moro” perché, probabilmente, questo fu il soprannome assegnato al gestore il quale, mai e poi mai, avrebbe potuto pensare che una via del centro cittadino lo avrebbe ricordato per chissà quanti secoli.

Oltre questo “Pub medievale”, la strada, nel XVIII secolo ha ospitato il teatro “dei Castiglioncelli” il quale, dopo pochi anni, cambiò proprietà e nome chiamandosi “Teatro Nota” e poi, dopo un ulteriore restauro, prese il nome di “Teatro Goldoni”.

Nei suoi spazi, adesso, si trovano alcuni uffici del Comune di Lucca.

.

di Enzo Puccinelli

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: