Vinello diaccio rosso o nero

Vinello diaccio rosso o nero

.

“Vinello diaccio rosso o nero”

.

.

Vinello ( a ceccia ) rosso-nero,

peccato ‘n popo’ diaccio,

bevuto ‘n un “postaccio”

chiesto Badiola, armeno spèro…

.

Pòi chiede’ nero, insennò rosso

in sur baluardo “de’ ccani”

veduti punti, sentuti vari

‘Un me ne fate dì, ch’’un posso!

.

Piuallà c’istava ir boia

in der bastardo

e qquì-è san Salvatore;

.

Mi so’viensuto a nnoia 

s’è fatto tardo:

vòi dì ch’ ‘un en più òre!?

.

La via del Bastardo che ha dato il nome all’omonimo quartiere popolare

.

La casa del boia in via dei Bacchettoni, tra il Baluardo di San Salvatore detto “dei cani” è il quartiere

.

La passeggiata delle mura, sulla curva sopra il giardino botanico e davanti al busto di Benedetto Cairoli

.

.

Versione 🇮🇹 

“Vinello freddo rosso o nero”

.

Vinello rosso ( o nero come dir si voglia ) consumato da seduto,

purtroppo un po’ freddino 

e in un posto dal nome non bello,

demandato “tenuta della Badiola”,

confido così fosse…

.

Sul Baluardo detto “dei cani”

(il vino) lo si può chiedere nero o rosso ( come i colori della politica o la maglia della Lucchese calcio ).

Cani non ne ho visto alcuno, ma ne ho udito diversi ( i “cani” sono le imprecazioni )

non fatemeli ripetere poiché non posso!

.

Poco più in là abitava il boia

nel quartiere Bastardo

mentre questo è il baluardo di San Salvatore.

.

Mi sono, ora,  un po’ annoiato

data l’ora tardo-pomeridiana:

pensi anche tu, come me, che sia l’ora di rientrare?

.

.

de Il Lustro

.

Un calice di vino rosso delle colline lucchese con una “fogaccia” ripiena di finocchiona ( salume con semi di finocchio tipicamente toscano )

.

.

il Lustro
dario.barsotti@hotmail.it
No Comments

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: